News

now browsing by category

Novità dal mondo del business

 

La certificazione energetica degli edifici

La Certificazione Energetica è lo strumento di controllo del livello di qualità energetica di un edificio, ovvero dell’efficienza energetica, la quantità di energia richiesta dall’edificio o che si prevede richieda per soddisfare i suoi bisogni energetici.

L’Attestato di Prestazione Energetica (APE) – fino al 2013 definito Attestato di Certificazione Energetica (ACE) – è un documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento. E’ uno strumento di controllo che sintetizza con una scala da A a G le prestazioni energetiche degli edifici. Al momento dell’ acquisto o della locazione di un immobile, oltre ad essere obbligatorio, è utile per informare sul consumo energetico e aumentare il valore degli edifici ad alto risparmio energetico.

Secondo la normativa vigente, in particolare nel D.M. 26/06/2015 (Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici) e nel DM in conformità alla direttiva europea, l’APE va realizzato dal 1° Luglio 2009 in caso di compravendita di immobili e dal 1° Luglio 2010 in caso di locazione. Dal Gennaio 2012 negli annunci innobiliari vanno inseriti gli indici di prestazione energetica (valore in kwh/mq anno).

Il valore di prestazione energetica

L’ indice di prestazione energetica indica quanta energia viene consumata affinchè l’edificio (o l’unità immobiliare) raggiunga le condizioni di comfort secondo i servizi energetici presi in considerazione dal tipo di immobile. Questo valore della prestazione energetica viene riportato

La targa energetica è il grafico che riporta tutte le classi energetiche, per un totale di 8 valori da G (basso risparmio) ad A+(alto risparmio).

In particolare:

  • Classe A – l’edificio ha un’elevata efficienza energetica con impianti di riscaldamento e climatizzazione di basso consumo e presenta un ottimo isolamento termico;
  • Classe C – l’edificio rispetta le normative, anche se necessita di interventi per ridurre il dispendio energetico;
  • Classe G – l’edificio presenta elevati consumi energetici.

La targa energetica è oggi utilizzata per indicare i consumi degli elettrodomestici, delle lampadine e della maggior parte delle apparecchiature che consumano energia. Con l’APE viene introdotta la targa energetica anche per gli immobili.

scala-energetica

La redazione dell’APE

L’APE viene redatto da un “soggetto accreditato” chiamato certificatore energetico. La formazione, la supervisione e l’accreditamento dei professionisti viene gestita dalle Regioni con apposite leggi locali. Dal 1 Ottobre 2015 la normativa promuove di redigere gli APE secondo organizzazione, controllo e metodi nazionali.

Il certificatore energetico è un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti, come l’architetto, l’ingegnere ed il geometra. Egli effettua un’analisi energetica dell’immobile, valuta le caratteristiche delle murature e degli infissi, i consumi, la produzione di acqua calda, il raffrescamento ed il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile. In seguito compila il documento e rilascia la Targa Energetica che sintetizza le caratteristiche energetiche dell’immobile. L’ APE va conservato con il libretto della caldaia e consegnato al nuovo proprietario o al locatario.

L’attestato di certificazione energetica è valido 10 anni, salvo le successive opere edilizie atte a modificare l’efficienza energetica dell’edificio. Per questo motivo, all’atto della redazione del documento di certificazione energetica vengono valutati:

  • la zona geografica e l’orientamento;
  • la superficie dell’unità abitativa;
  • l’isolamento del tetto, pareti e serramenti;
  • gli impianti di riscaldamento e climatizzazione;
  • la presenza di sistemi solari o fotovoltaici.

Finalità della certificazione energetica

L’APE è obbligatorio per legge. Premesso ciò, esso è uno strumento utile per: 1) valutare la convenienza economica dell’acquisto e della locazione di un immobile in relazione ai consumi energetici; 2) consigliare degli interventi di riqualificazione energetica efficaci.

Nonostante per le costruzioni esistenti possa sembrare una mera pratica burocratica, l’APE è un documento che comporterà notevoli vantaggi nei prossimi anni. In particolare:

  • aumento del valore di un immobile con consumi energetici bassi al momento della vendita o dell’affitto.
  • risparmio sulla bolletta e maggior comfort di una casa realizzata con i dettami dell’ edilizia ad alto risparmio energetico.
  • rncentivazione alla costruzione di edifici ad alto rendimento energetico e ristrutturazioni energetiche con evidenti miglioramenti del livello di inquinamento da anidiride carbonica CO2.

Sicuri in casa

Statistiche delle forze dell’ordine hanno dimostrato che un sistema di allarme ben strutturato e sottoposto a manutenzione periodica rende le persone meno soggette a diventare vittima di furti nelle abitazioni. Ma come scegliere il sistema di allarme giusto per la propria casa?

Vediamo quali tipi di sistema di allarme esistono ed altri elementi utili da considerare per una scelta ottimale.

Il sistema migliore per la propria casa dipende dalle preferenze personali, dal budget che si intende investire, dal luogo in cui si vive, dalla tipologia di casa e da quale livello di protezione si desidera.
Una considerazione chiave è: cosa vuoi che accada nel momento in cui scatta l’allarme? Gli allarmi con la sola sirena fanno molto rumore ma non contattano alcuna persona (proprietario o polizia).

Un sistema con combinatore telefonico, invece, quando l’allarme si attiva contatta automaticamente te e altri familiari o amici designati. Utilizzando l’adsl è possibile arricchire ulteriormente il sistema con un apparato di sorveglianza visivo attraverso telecamere, che è possibile visualizzare tramite qualsiasi dispositivo tipo smartphone, tablet e pc. In alternativa a tutto questo, si può decidere per un contratto di sorveglianza, per cui si paga mensilmente o annualmente una ditta specializzata per intervenire o chiamare la polizia nel caso in cui scatti l’allarme.

I costi variano a seconda del diverso sistema di allarme. Contattaci per avere un preventivo gratuito ed ottenere l’offerta migliore in base alla tua abitazione.

ladro

Allarmi con fili o senza fili?

Gli allarmi wireless (senza fili) appaiono esteticamente più gradevoli, sono generalmente più semplici da installare e possono essere rimossi con più facilità in caso di trasloco. Utilizzano sensori a batteria che comunicano con un pannello di controllo utilizzando segnali radio.

Sebbene questo tipo di allarmi possa essere più economico da installare professionalmente e puoi personalizzarli da solo, i componenti di per sé sono solitamente più costosi. D’altro canto i sistemi filari (con fili) necessitano di essere installati da un tecnico professionista, perché i fili vanno messi sottotraccia, pertanto il costo del lavoro di installazione è maggiore.

Contattaci per maggiori dettagli sui costi dei dispositivi e sui costi di installazione: siamo a disposizione per chiarimenti sulle diverse proposte ti sistema di allarme e per un preventivo gratuito.

security

Energia: agevolazioni per il 2016

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto numerose novità in tema di energia ed efficienza energetica, a partire dalle detrazioni IRPEF al 50% per chi compra dal costruttore case nuove in classe A o B, passando per l’estensione del credito d’imposta per la riqualificazione degli alberghi, arrivando all’esenzione per le imprese dall’accisa sulla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

La proposta dell’ANCE di concedere una detrazione fiscale a chi compra dal costruttore abitazioni nuove ad alta efficienza energetica è stata approvata, pertanto sull’importo corrisposto per il pagamento dell’IVA sull’acquisto effettuato entro il 2016 di abitazioni di classe energetica A o B cedute dalle imprese costruttrici ci sarà una detrazione fiscale del 50%. Come avviene per il Bonus ristrutturazioni, anche in questo caso lo sconto fiscale verrà ripartito in 10 quote annuali di pari importo.

energia_ambiente

È stata prorogata al 65% per tutto il 2016 anche la detrazione fiscale nota come “ecobonus”, relativa agli interventi di riqualificazione energetica degli immobili, che vale anche per varie spese di efficientazione energetica, ad esempio installazione di impianti solari termici, pompe di calore, caldaie a biomassa, tende solari.

Inoltre la Legge di Stabilità 2016 prevede che siano esenti dall’accisa sull’energia elettrica prodotta gli impianti azionati da fonti rinnovabili con potenza disponibile superiore a 20 kW consumata dalle imprese di autoproduzione in locali e luoghi diversi dalle abitazioni o consumata da soci delle società cooperative di produzione e distribuzione dell’energia elettrica che non sono state assoggettate a trasferimento all’Enel.

Scarica il testo completo della Legge di Stabilità 2016

Reading Clubs to Overcome Intercultural Divide: Newsletter #3

Il progetto Grundtvig Partnerships “Reading Clubs to Overcome Intercultural Divide” è entrato nella sua fase finale. Con il primo semestre 2015 cominciano a chiudersi i lavori impostati nei mesi precedenti e iniziati a settembre 2013. Nel mese di giugno sarà organizzato il meeting finale a Narva (Estonia). Nel frattempo in ciascun Paese partner vengono realizzati eventi culturali basati sulla lettura con lo scopo della promozione e formazione delle competenze interculturali: i reading clubs e il National Reading Day. Sarà un’occasione di scambio e transnazionalità anche la giornata mondiale del libro proclamata come ogni anno dall’Unesco per il 23 aprile.

È disponibile la Newsletter n°3 del progetto.

Newsletter 3_Pagina_1Newsletter 3_Pagina_2